#leggereerileggerecongiò presenta Saluti poco cordiali

(credits fotografici: Giorgia Negrini @leggere_e_rileggere)

Saluti poco cordiali di Christophe Carlier edizioni Guanda è un buon romanzo ambientato su un’isola della costa bretone dove la vita scorre tranquilla, gli abitanti si conoscono quasi tutti tra di loro e raramente accadono episodi fuori dall’ordinario. Il punto di ritrovo è il bar “La Marine” dove ci si ritrova per bere un caffè e fare un po’ di chiacchiere.

Gabriel consegna la posta ogni giorno ed è devoto al suo lavoro: “gli anni, che corrodevano la sua puntualità, non ne avevano intaccato il rigore: aveva nei confronti della sua borsa a tracolla lo stesso riguardo che hanno i maghi verso il loro baule magico…” La tranquillità del postino come quella degli isolani viene tuttavia movimentata dall’arrivo di una serie di cartoline che fanno irruzione nelle case e che, con poche parole allusive e maligne, portano a galla segreti e paure.

In paese iniziano i sospetti, nessuno si fida più di nessuno e i saluti diventano poco cordiali, ci si domanda chi sia l’artefice di questo gioco destabilizzante ed inquietante.

Il corvo potrebbe essere chiunque e con le sue lettere mette in luce le dinamiche di una comunità solo in apparenza serena e sincera.

Un giallo originale e crudele ed un omaggio agli scambi epistolari ormai scomparsi….

Leggere e Rileggere è il blog in cui Giorgia Negrini legge, recensisce e parla di libri e librerie. Con i suoi profili Istagram e dalla pagina Facebook facendoci innamorare della lettura con splendide immagini e stories. Booklover, bookeater dice di lei “Leggere è da sempre la mia grande passione, laureata in Lingue e Letterature Straniere, mi piace condividere con altri questo mio amore per la lettura”. Seguila su

Instagram @leggere_e_rileggere e Facebook e sulla Pagina facebook @leggereerileggere

Tra le sue recenti collaborazioni Radio Latte e Miele e la recente citazione nella rubrica Instantane per Corriere La Lettura

Su LibroSì Lab cura la rubrica #leggereerileggerecongiò

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail